BREZZO DI BEDERO merita una visita

testo di Elda Molteni giunto in redazione dopo la stampa

 

E' poco citare così Brezzo di Bedero, paese che notoriamente offre notevoli scorci panoramici, apprezzati da turisti stranieri e italiani, come il Pasqué; edifici di grande attrazione architettonica come la Collegiata e la Canonica di San Vittore, edificio del XII secolo, all'interno del quale si trovano importanti affreschi cinquecenteschi e l'organo, originario del 700 perfettamente funzionante grazie a continui restauri, utilizzato nell'ambito dell' annuale stagione concertistica estiva curata dal Comune che l'anno scorso ha raggiunto la ragguardevole 48° edizione. A questa importante e seguitissima manifestazione hanno partecipato orchestre, solisti e organisti di fama internazionale.

Non manca una testimonianza di San Carlo Borromeo: consacrò l'altare in occasione di una delle sue visite. Nell'ampio prato antistante la Canonica si svolge ogni anno la Rappresentazione del Presepe Vivente e dell'Epifania, quest'anno, se non ci saranno problemi, si svolgerà la 40a Edizione. Ricordiamo la Chiesa di San Rocco, in centro paese, e Casa Paolo centro per riunioni e conferenze di livello culturale.

Importanti testimonianze storiche sono i camminamenti/gallerie della Linea Cadorna, recentemente valorizzate e messe in sicurezza ed ora facilmente percorribili e completate con ulteriori cartellonistiche didattiche e con l'aggiunta di attrezzi ginnici utili per un salutare percorso vita.

Recentemente il Comune ha provveduto alla sistemazione del " Parco Castellaccio ", zona con parcheggio nei pressi del Pasquè aggiungendo nuove panchine e giochi per bambini e piantumando una ricca varietà di alberi, piante e fiori che deliziano anche la vista dei frequentatori di questo luogo altamente panoramico.

Il nucleo antico del paese sta subendo in questi ultimi mesi una graduale evoluzione finalizzata a recuperare lo stile di una volta, che ben si addice, con il rifacimento della pavimentazione dalla Piazza Comunale a Piazza S.Rocco.

Da parecchi anni sono sorti nell'ambito comunale alcuni villaggi turistici abitati esclusivamente da stranieri in maggioranza tedeschi, olandesi, francesi, svizzeri e ultimamente russi che qui hanno la seconda casa per le vacanze ma alcuni risiedono anche tutto l'anno integrandosi bene con i bederesi. Inoltre è in corso attualmente un notevole sviluppo residenziale che fa ben sperare in un futuro beneficio turistico a favore dell'economia del paese.